Non aprite quel cassetto…to be continued

Perché, lo so mi ripeto, tendo a fare sempre certe cose. Quel cassetto lì è troppo appesantito e s’incastra, così oggi per ripararlo, ho messo tutto fuori a terra, come noi esseri di carne e vibrazione…. se lui s’incastra l’ altro sotto non si apre.
Bene mi rassegno, il collezionare cosereperti so è nel DNA mio
ma bisogna
disfarsene
di vecchie foto di te e il mare e di me in topless e dei pezzettini di cose frantumati nel cassetto degli occhiali e portafogli e nastri e monete da 10 lire pesantissime nella scatola di legno dipinto e le analisi cliniche degli anni scorsi, via stracciate e ricevute del mercatino in conto terzi di altre cose date via, di alcune foto con te, della lacrima che mi aspetta al varco di ricordi piccoli che sembrano non miei. Via i negativi, i caricabatterie rotti, minichakra in acquerello sono rimasti in 5 chissà perché.

Perdonare e non rimandare e nel mentre osservare quest’aggressività da ‘social’ quando si accumula pesante, ci s’incastra in un dove tutti hanno la verità o l’accusa pronta su misura,
taglia unica direi va bene a molti.
Forse ci sono troppi mangiatori di prosciutti con occhi che non vedono più.
Libera.mente ho le mie risorse e risposte piccole gocce di vapore

canto e il passo di danza e i colori il vento che arriva dalla strada e muove gli uccelli appesi facendo risuonare pure qualche campana d’oriente che presto rivedrò, i sorrisi, i sorrisi di bellezza che sanno di buono.
ecco sono loro i miei aspirapolvere aiutanti delle pulizie
per cassetti che non voglio affrontare, alla fine sovraccarichi di robe, ma perché conserviamo? Perché tutto ‘sto peso?

Lo so, nessuno può darmi risposta, è nell’umano questa illogica attesa di passaggio e stati sfuggenti, le cose sfuggono allora cerco di catturarle là pezzetti puzzle di memoria.
Vorrei avere desiderio di poco
quella leggerezza di vento e odore buono
di uccelli che cantano libertà possibili
di me che ti abbraccio e penso che non poteva andarmi meglio

Ma il cassetto per ora placato nel suo famelico accumulo mi dice: aspetta ancora aspetta!
e io faccio ordine elimino tengo
No, no non trattengo lo giuro!
cropped-dsc_3532.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: