Dance, dance,otherwise we’re lost

I corpi trab.ballano e colpiscono, di polvere e terra
E il vestito rosso castigo.desiderio a chi andrà?
Invasione abbandono assenza solitudine
Amore e la vita
E i suoi pezzi di tanti anni assieme
costruiti ognuno con un suo passo uguale e diverso
Bella senza artificio ed elegante
e quei tacchi armati di donna
e i loro volti che ti salutano con sguardi e pensieri in una lingua madre
Come forse lo sei stata anche tu
In tutti i sensi

Ho aspettato per vedere questa bellezza e questo dolore.
Aspettato, l’ho ri.conosciuto
Vestiti vaporosi di colore e montagne di sabbia e deserti metropolitani, treni al contrario
e assurdo
Che tutto è
Ed andarsene e cadere
O rimanere
Per un altro po’

So questi corpi vivono nella frenesia e nel respiro affannoso

Il movimento che ci salverà se vorremo essere salvati

le smorfie grottesche come questa vita ad altalena
Paura delle giostre
Paura di essere
Come gli altri

La disconnessione dal corpo e dagli affetti
vestiti bagnati per scivolare come pesci fuor d’acqua

passione e dedizione
assorbimento nella bolla che tutto sa e che crea

Lei è Pina Bausch

E io rimango folgorata, quando invece come Alice mi sono rimpicciolita e non trovo più le dimensioni delle cose vere.

Questo muovere è vero
Questo amore è sì anche con i rumori e l’amaro in bocca,

danza di voce e spirito
gioca e soffre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: