Vandana e i semi

perchè ci sono certi incontri che ti risintonizzano su  onde buone

Vandana, una donna indiana di mezza età, fisico, che ha lavorato all’ONU, afferma come in ogni tradizione e cultura  il seme fosse sacro, i semi non scomparivano ma prosperavano nella diversità, garantendo cibo e vita per tutti.
Poi, arrivano  le multinazionali e  ogm le persone si ammalano e la terra si riempie di pesticidi creati dalle stesse corporazioni che poi creano farmaci  di ‘cura’
Arriva violenza e  la disperazione di morti annunciate, suicidi di  agricoltori indebitati, perché quei semi brevettati non vanno bene e necessitano di troppi prodotti chimici, ora la legge dice che tenersi  i semi  è illegale e ci saranno solo semi brevettati da queste multinazionali avide di danari  ma povere di umanità e cura della stessa. Già e le monoculture e il mais ovunque per lo più per nutrire le obese  mucche di un sistema che sovralimenta popolazioni e fa morire di fame altre.

Ho incontrato oggi questa piccola grande donna, le ho detto un semplice: grazie
per quello che fa e  per il suo essere agguerita  e dolce nel difendere la vita.
L’ho ascoltata con emozione ed energia,   speranza e l’alternativa, saper scegliere tutti,  cercare sempre più la sostenibilità per preservarci e preservare questa palletta che gira ma che implode sempre più.
Lei parte  dall’India,  fonda Navdanya, http://www.navdanya.org  conosce quello che accade nel suo paese e sa dell’aumento del cancro  in una terra dove pochissimi possono curarsi, parla di biodiversità  e cambiamenti  climatici disastrosi, di terre rese sempre più povere ed inutili…

Certe parole sono dei doni  come i semi  che portano vita  potenziale  e equilibrio, già,  invece, guarda un po’, questi ‘nuovi’ raccolti spesso a monocultura, portano a una terra di  cibo privo di nutrienti (poi certo è il cibo di cui ci alimentiamo  tutti non pensiamo alla fine che ha fatto il grano italiano geneticamente modificato) e non è vero che aumentino la produttività o la resistenza ai parassiti.

Proteggere la vita, chissà se cominciamo a pensarci confrontando quelli che mistificano la realtà e gli danno  marchio della verità. Le care  tre scimmie: Non voglio vedere non voglio sapere non voglio ascoltare please trasformarle in qualche altra cosa.

Svegliarsi un po’ magari staccandoci   ogni tanto dalla nostra condizione di zombie
di un piccolo ego alimentato da piccoli schermi luminosi
questo è il suo messagio da ascoltare con semplicità e cura
e questa donna potente è dentro di me

cura  la vita
e il rispetto per tutto quello che vive scambiandosi vita.

magari fa bene

Basta sprecare tempo a lamentarsi
O stare tra zombie che sanno fare solo quello.

Annunci

2 thoughts on “Vandana e i semi

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: