Berceuse

Vago in un fitto bosco, poco vedo,

i passi inquietano il cuore stanco e infreddolito.

Eppure una luce in tanto oscuro la scorgo,

è una casina, non di marzapane, ma di pane profumato e fragrante.

All’interno, qualcuno canta, pare una ninna nanna.

La porta si apre e una figura mi invita ad entrare

è gioia e stupore la sua voce,

non so chi sia ma mi è  familiare.

So solo che potrebbe essere elfo o maga

o piccola lepre siberiana.

Dentro è tutto morbido, pure se mi confondo con

suoni salgono e scendono

ritrovo le ali ferite e dimenticate

e tengo a mente il motivo

pare dire questo:

Se nel tuo cuore cerchi,

cerchi nel tuo cuore

vedrai una piccola fiamma danzare

danzare la felicità

 

Anche io   intono questo motivo e poi

sì lo ritrovo il motivo vero, quello del perché mi sono persa nel bosco,

là fuori non c’è nessuno ed è tutto gelido.

Ma dentro mi ri.trovo cura e calore

e un giallo luminoso che riscalda le dita doloranti.

Vorrei sorridere di nuovo mentro ritorno a casa

attraverso il bosco e nella mia testa so questa melodia

che mi scalda gli inverni che non vogliono andare via.

 

Dedicato agli incontri speciali

di energie belle

e

potenza di essere pure suono autentico

oltre i legami del giudizio.

 

Annunci

One thought on “Berceuse

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: