il lago dei cigni

 

La bambina silenziosa sognava la leggerezza delle ballerine, avrebbe ballato sì, ma non ne aveva il coraggio.

Il sogno romantico e l’ostacolo, i malvagi e le avversità e lo spreco, quanto spreco di bellezza.

Quanti ballerini goffi nel non sapere liberarsi da quei pesi e invece poi quei corpi misurati che non sbagliano, perfetti nel volteggiare a tempo di musica, precisi e esatti nel prendere e lasciare.

 

Quanta disciplina, non immaginava, in quella rigidità: il corpo da sottomettere e allungare per l’arte dell’essere perfetti. No, avrebbe poi scampato un grave danno.

Ma i piedini le continuavano a fremere anche da grande.

 

A vedere i balletti mi ci portava mio padre, come a quelle tediose domeniche a Santa Cecilia, musica classica ok, ma a 8 anni pensi ad altro di sicuro.

Eppure nei balletti era diverso, ricordo il balconcino e il velluto rosso e il silenzio del buio in sala prima dell’inizio, le energie di pochi minuti di sforzi di mesi e mesi, la musica potente. Questo sì mi rapiva.

Poi c’erano le storie, non so se capivo le trame o se mi venissero spiegate.

 

Qui un bene e un male e una danza di magia che è anche cattiva, ma che c’è inevitabilmente, amore impossibile poi però a volte figurava il lieto fine (non si sa se fu imposto dal regime dei tempi a venire).

 

Immobilità e movimento accellerato, passione e smoderatezza, celarsi e ritirarsi questi balletti erano forieri di altri futuri, forse anche miei.

Però penso pure alla difficoltà ad emergere, feroce competizione e diventare la ballerina solista o rimanere tutta la vita nel corpo di ballo cercando di andare all’unisono con i tuoi compagni anche se il corpo ti detta altro. Ammetto c’è troppo ‘rigido’ in questo ballo classico, ma a me piacevano e i balzi e le giravolte dove non ci si scomponeva mai.

 

 

Mi ricompongo, veloce come un cigno reloaded (che sa essere molto cattivo lo so) e andando via vengo  a passo saltellante.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: