Forza della natura

 

Ho pensato alle donne, alle mie donne, sovente vera forza della natura nelle ginocchia sbucciate, nei sorrisi che tradiscono pene e cuori sfranti dalle umiliazioni. Donne che scopro di gemme e pietre preziose cariche, e costrette ad usare ciottoli insignificanti per tornare a casa, perdendosi per strade polverose con compagni di viaggio pieni di titubanze e malceate  energie di morte.

“Ho viaggiato con te tante volte ed in tanti posti, senza muovermi, senza automobili né treni né aeroplani, che non mi credi quando ti dico che sono stanca. Volevo dire ieri sera “Lasciami riposare,tesoro, oggi non ho voglia di andare da nessuna parte”, ma non lo dissi e mi addormentai con l’intenzione di scriverti una lettera. Questi viaggi dove non si va da nessuna parte, sono più pericolosi degli altri e più spossanti, dato che usciamo verso un posto ma non sappiamo mai dove siamo arrivati. Il bagaglio si costituisce in realtà di un paio di zaini di Pandora dai quali, intempestivamente, aprendoli affinché respirino, escono volando carte con annotazioni macchiate. Lo spirito scrive il suo giornale di bordo con sangue o clorofilla, con miele che odora di pesce o resti spremuti di latte cagliato, con saliva di angelo o inchiostro trasparente. Prima di ieri mi portasti al cimitero, mi inginocchiai sulla tomba di mia madre e si sparpagliarono le pagine di un libro che non ho scritto, e che sicuramente non scriverà nessuno; sarà una pena che si perda no? Il mese scorso mi facesti l’amore in un campo di papaveri e alla fine ero sola, inerpicata sull’asfalto, vedendomi da lontano, bruciandoli tutti per fumarli nella pipa gigantesca che mi addormenta allucinata; mi lasciasti lì dispersa, oppiacea e canabínea, un pleonasmo sonnecchiando, bruciata nella strada che non va da nessuna parte. Così ho visitato mezzo mondo, credendo che mi portassi legata.

Cammino per tutti e due, ti carico e porto sulla schiena, vicino a te, i nostri due bagagli. A volte andiamo, effettivamente arriviamo noi due, ma arrivando ho fatto il viaggio tante volte prima , sola e sveglia, che arrivando, il paesaggio non mi offre niente di nuovo. Oggi sono molto stanca e è che, nonostante me, mi addormentai montata in una bicicletta coi piedi nei pedali, io ho dimenticato da un sacco di tempo le istruzioni per suicidarmi.Capitò quello che mi immaginavo: mi persi. Non seppi mai dove andavo e molto meno dove arrivavo. Bagaglio e tu non apparivano, chissà mai stettero nei piani o nello sprint. La geografia esatta era sgangherata. Primo mi annoiai e dopo mi spaventai. Non mi piacciono i campi minati per i quali transita molta gente, dato che ho provato sempre timore di morire accompagnata.

Nei miei viaggi con te, o eravamo tutto o non eravamo niente. Per quel motivo rimasi dell’altro lato del sonno, protetta nel fresco di qualche palizzata, prendendo acqua nelle mani da un’ombra sconosciuta, di allungata figura, tanto che dovetti alzare la testa per guardargli lo sguardo che si impietosì della mia fatica e mi abbracciò per la vita, abbassando leggermente il braccio per accarezzare la cicatrice del mio fianco.

Domandò: “Sei di quelle persone che assicurano di conoscere i miracoli?”

Risposi “sì” e mi sedetti di spalle a scriverti la lettera che incomincia dicendo:

Amore mio, sono ferita, non so se lo sai, ma alcuni giorni fa a qualcuno gli è capitato di dividermi in due metà. Non sono la stessa e neanche so dove accidenti sto, cosicché se sai dove questo altro sogno rimane, per favore vienimi a cercare Non ti immagini come sono stanca.”

(tradotto da me da pagina fb poetessa Martha Rivera-Garrido)

da ascoltare con sottofondo di parole e voli di Cassandra Raffaele

 oggi sento che la donna che riconosco  è una vera forza della natura

mentre uomo,  forse ci prova, ma rimane uno sforzo della natura,

aspetto quando mi farà cambiare idea.

( questo ukulele di sogni l’ho avuto tra le mani!)

Annunci

One thought on “Forza della natura

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: