E’ semplice sale

 

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare

e io direi anche il sale

Quanto se ne versa, se azioni  non collimano con parole

-delusioni evidenti-

quanti figuri semiseri che si impegnano ad avere una persona di parola che non corrisponde a quell’ oscuro pozzo  di non azioni che loro contengono.

100_1982

 

Devi versare liquidi di sale e lo fai,  questo non è male.

Pero’ poi capita che di sale nella vita non ne hai  per nulla, 

è tutto troppo sciapo,  indi corri ai ripari,

 magari  te ne compri  solo un po’

o fai scorte con sindrome da postguerra: dispensa sempre piena, ma non basta  neanche questo.

(Quanto non ti sopporto ristoratore poco accorto se abusi di sale mi bruci  piaceri io, che spesso dimentico di metterlo il sale)

 

Con il sale ti puoi sbizzarrire: ora sai, c’è quello cattivo e quello  buono,  sale di tutti i paesi e tipi,  puoi fare gomasio scoppiettando semi di sesamo e pizzico di sale marino  oppure se sei estremista chic, ti permetti sale blu  et sale himalayano, e se ti gira, pure sale a pois verdi.

 

Il sale  fa’ compagnia, diceva un’ esperta manipolatrice di piedi,  ieri nella caverna di sale, mi sono messa ad ascoltare  suoni artefatti e forse solo il mio respiro stupito,

Come sono arrivata fino a qui? E chi se lo sarebbe mai aspettato e  una vita così?

Ci liberiamo  delle radiazioni nocive e  il sale a lampada ti fa compagnia (è vero mi piace tenerla accesa

non so se mi parla forse sì, ma tanto io non ascolto come al solito).

Mi piacerebbe  rivestire le pareti di casa mia di sale rosa arancio e illuminare del mio umore cangiante  (di questi ultimi tempi le tinte sono sfocate, vibrano verso  scuro ma poi si risollevano e ritornano piene di sapore buono)

 

 Il sale della vita, condire bene i tempi e le azioni

 anche con chi  condivide i sapori giusti

e non ha bisogno  di glutammato per ritrovarsi.

 

Il sale acceca pero’   non scordo i minatori indiani del sale con montagne  bianche sotto un sole di luce abbagliante e cesti  sulla testa pesanti  di  kg e kg.

 

II sale protegge,  diceva mamma  superstiziosa,  cosi le tasche si riempivano a mia insaputa, di sale.

 

Pulisce il sale, allontana i cattivi spiriti attacabrighe (anche in Giappone ho visto ciotoline di sale prima di entrare nelle case)

 Il sale scortica anima a pelle morta.

Sale conserva cio che  altrimenti deperisce, pure certi ricordi trattenuti in lacrime saline.

 

 

Nel tempo  qualcuno  ha capito che poteva farne monopolio di stato ed è cominciato commercio del sapore, ricatti conflitti e ostaggi.

 

Cerco sale e trovo sale

 e davvero 

cercando di galleggiare in quel mare di sale saturo,

trovando una leggerezza nuova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: