MIND THE GAP

 

Ricordo prima volta a Londra questo mantra ricorrente della voce registrata nelle viscere di terra metropolitanaunderground

 

Dato che poco prendo  la metro in questi tempi, perché là ,sì,  mi tocca pagare biglietto (mentre per il resto è tutto da boicottare) quindi schiacciata tra masse carnivore o vegetali,

il naso va sempre  a sbattere su disegnino nostro che ricorda il refrain londinese (quelli di londra erano altri tempi di scoperta e tempo perso) e mi invitano sempre a fare attenzione allo spazio tra il treno e la banchina.

Attenta alla distanza che ti frega

che poi ci caschi sotto il treno per davvero

diventi macchia d’olio e vai a finire in ingranaggi fastidiosi 

 poi perdi colori

Mi è capitato mi capiterà ancora purtroppo non posso evitarlo

o forse sì

 

C’è da attraversare il passaggio

e appunto non sempre è un bel paesaggio

 sopporta e porta a casa

 posture rigide da zombie

pure se dentro di me

 brilla il colibrì

 

Se tu riuscissi a vederlo oltre il

 gap che ci separa 

te ne sarei grata

 

Cordialmente

in volo

 

Annunci

Un pensiero su “MIND THE GAP

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...