Giochi senza frontiere formiche incazzate e aperitivi

 

 

Odio l‘estate diceva in anni trascorsi un bravo cantante, io  no, a me piacerebbe… se non fosse di trovarsi intrappolati in quei giochi dementi  senza frontiere e senza confini appunto,  dove si deborda e arriva l‘invasione di  formiche incazzate- quelle nere nere che mordono a sangue  e ti rovinano il piacere del picnic: piccole vampire ce ne sono in ogni dove, sempre insospettabile arriva il morso letale.

Che male accidenti! Poi il ritorno alle mie donne che riconfermano la pace e l‘aperitivo ci acquieta e pensi a quelle corse grottesche con grossi costumi ingombranti. Torno e mi perdo una chiave non so dove l‘ho messa avendola nascosta per proteggere- qualcosa vorrà dire, pero’ ritrovo  una voce e un amico ukulele che complotta un po’ con me e scopriamo altro.

Ce ne sara’  in questi mesi lavorativamente parlando di  essere piccole formiche violentemente arrabbiate con tutto e con le creature urlanti che di per sè gia sono pronte come formiche a mordere

 

Ce  la faremo- dice quella che vola- come sempre- pero’ detto in confidenza indosserei qualcosa piu’ mio- meno farse grottesche- meno tiro a  bersaglio rabbie altrui e qualche  piacevole sorpresa/vittoria  che porti  quel rosa di tramonto,  riuscire a vederlo magari  con coppie di nasi stupiti all’insù.

manifesto

Annunci

4 thoughts on “Giochi senza frontiere formiche incazzate e aperitivi

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: