cheshire or not cheshire

Lui indossa una maglietta con la bocca dei Rolling Stones, giovane e gentile con le ragazze che chiedono indicazioni.

Io ascolto  Ruby Tuesday,  dopo vedro’ qualche foto di Annie Leibovitz, così tutto per caso.

Lui mi ricorda certi occhi da gatto che riconosco, quello che da’ indicazioni sbagliate , forse sì o forse no. Ma è seduttivo nella sua folle risposta di arrivare con buste di plastica al posto di valige.

 

Non so perché ancora non l‘ho trovato il perché, ma trovo gli uomini folli potenzialmente seduttivi, anche se poi  si cammina su lama di rasoio e  il rischio di farsi qualche cicatrice è grosso. Eppure  la follia non mi respinge, mi ha sempre respinto  la normalizzazione.

 

Quel ragazzo e la sua maglietta,  ricordare  un’adrenalina passata. Dei giorni la rivorrei, così per dimenticare di invidiare chi sembra viva nel tutto sta funzionando bene, il lavoro, affetti, la casa… poi non è così, sembra la loro una vita appagante, non lo sarà mai del tutto, pure se le bandierine sono state tutte messe.

 

Vivere in una stabile precarietà, con i miei colori folli e tu che non hai il coraggio di dichiarare i tuoi e vivi di troppe parole noiose, mi/ti basterebbe quel sorriso del gatto per riprendermi.

Annunci

2 thoughts on “cheshire or not cheshire

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: