birds fly over.

Il gelo congela, i pensieri negativi negano.  Durante le mie solite salite verso le danze delle tribu’ rachel brice, dopo aver provato lo stupore blancmanger maglian d’ampezzo, scopro che la vita degli alberi del mio percorso è finita, schiantata  anche da chissà quale indifferenza ignoranza o destino beffardo.

Come altri alberi e altre vite, ora non ci sono piu’

sembravano lì da tanto.

Disagi e danni, energie scure, sprechi chiari, parole aggressive che  ci ronzano intorno e negano, raffreddano,  troppi massacri silenziosamente rumorosi.

Le immagini di queste cose raggiungono ovunque (anche senza  avere tv) insieme ai  suoni sgradevoli di questi personaggi infarciti da sindrome di signore feudale.

E poi il senso i sensi vivi i desideri la fine  i crolli e le ricostruzioni è così o lo sarà per un po’ e  le piccole energie di vita che professano la volontà di espandersi lievitare e alimentare speranze e capacità di non assentarsi  ed essere  risata  canto la carezza e quel bacio veloce e lo sguardo complice di aver capito sì tutto, senza piu’, fastidiose parole dal sapore metallico.

Solo lo stupore dell’arcobaleno imprevisto, nel raggio di luce che ti puo’ investire quando meno te lo aspetti.

Annunci

One thought on “birds fly over.

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: