camminando e cantando

Camminando alzando lo sguardo su questi piccoli Las Vegas balconati con luci di  pseudo festa.

Avrei  anche in questo momento dell’anno il tempo per fermarmi e pensare e non pensare a tutto quello che accade di bello e di brutto sul mio di corpo e su quello altrui.

La mia amica di cuore mi fa scoprire questa canzone  che è lo stesso titolo del mio cellulare scolorito in partenza di accensione, sa ricordarmi sempre questo: che canti  e cammini pure  se il terreno è accidentato pure se sei da solo  pure se la strada non c’è o non la vedi pure se sei stanco  canti  e le energie di colore ritornano pure se,  apparentemente, per poco.

Periodo di  ri.pensamenti, no  non credo ci sia da  pensare due volte pensieri antichi.

Solo fare uscire la voce, fanno bene complimenti per i bambini intonati  perché nonostante le  cadute e violenze c’è  l’energia che ci diamo.

In questi giorni  sono stata a contatto con quelle radici  (della famiglia) che stanno sotto terrra,  alcune contorte e sporche altre commestibili e dolci.

Spero presto di sgonfiare questa ciambella salvagente  che  tiene troppo a galla le incertezze e paure:

perché  tutto è visibile  lo scuro e il chiaro

e sempre la parolina magica la bellezza, nonostante altro di cassonetti rovistati sempre nella resa, le donne  gli uomini, bambini, si arrendono e si rendono perdenti.

Quando, io e te e voi, ci troveremo a cantare disarmati la stessa canzone vorrei mi sia detto quando…

Camminando e cantando la stessa canzone
Siamo tutti uguali chi é d’accordo e chi no
Nelle fabbriche, a scuola, nei campi in citta
Camminando e cantando la stessa canzone

Fa chi vuole fare e chi vuole andare va
Chi é stanco di aspettare una strada trovera
Fa chi vuole fare e chi vuol sapere sa
Che la speranza é un fiore ma frutti non ne da

Il soldato armato, amato o no
Con in mano il fucile non sa cosa fa
In caserma si insegna una antica lezione
Di morir per il re e non sapere perche

Fa chi vuole fare e chi vuole andare va
Chi e stanco di aspettare una strada trovera
Fa chi vuole fare e chi vuol sapere sa
Che la speranza é un fiore ma frutti non ne da

Nelle fabbriche, a scuola, nei campi in citta
Siamo tutti soldati armati o no
Camminando e cantando la stessa canzone
Siamo tutti uguali chi é d’accordo e chi no

Nella mente l’amore e negli occhi la gioia
La certezza nel cuore, nelle mani la storia
Camminando e cantando la stessa canzone
Imparando e insegnando una nuova lezione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: