la finestrA sul cortiLE

 

Allora c’è un’uomo alla finestra, in un cortile chissà, vede tutti i traffici straordinariamente ordinari che  gli passano sotto il naso. Gia’  pure odori  di cose buone e colorate, leggere, che risvegliano l’adrenalina che  tiene svegli in zone di dormienti in piedi, quasi  come quell’emozione   colore luccicante di  cachi in rilievo su rami scuri scuri.

 

Diversi piani e diverse lingue là davanti,  ogni finestra ha un suo paesaggio interno.  Se alcune  restano aperte,   si intravedono   fiabe  di talenti altrui che potrebbero essere un giorno pure suoi, bagliori che  sorprendono tanto come ora le porporine di stagione.

 

Questa visione lo stanca, l’uomo non puo’ muoversi, deve sostare e riposare, chiude gli occhi e ripensa a  fatti accaduti, tanti e in contrasto. Infine, sorride senza smorfie, quando gli pare di risentire l’odore del legno delle quinte del teatro occupato ora e allora sotto  luci del palco sorridenti, atterrando oltre le paure e incapacità varie, quelle sì erano belle luci di volontà comuni, ne vorrebbe ancora fare parte pero’.

Là il movimento continua, non sempre puo’ fare suo questo suono di colori perché lui ha tinte alternate, è così, non c’è nulla da fare, solo accettare le energie differenti.

Le risate del cortile lo distraggono, se c’è ironia in giro nulla  gli sfugge, ci sente anche meglio, nonostante le sue orecchie quasi chiuse.

Deve prendere una decisione: tradire il segreto o andare in aiuto di cio’ che ha appena scorto nella finestra  davanti? Si tratta sempre di scelte e conseguenze  anche  nelle non scelte.  Ormai lo sa bene lui, anche se  si mimetizza nell’insetto stecco non gli importa molto di avere perso l’oppurtunità di andarsene da quel tronco  e pensare  che per anni non desiderava altro (era uscito il concorso giusto per  farlo espatriare ma distrattamente/ fatalmente non lo ha fatto…)

L’ho vista la casa dell’uomo che guarda nel cortile  è piena di specchi, ma niente allodole  ve lo assicuro.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: