la presenza dell’ assente

Facciamo  l’appello, ieri eri la forma alta  del pifferaio magico di note ebraiche, ho pensato che tu  da qualche altra parte dovevi avere delle affinità, in un altro tempo perso, mio caro assente sei sempre presente, un’ intelligenza curiosa a volte troppo prolissa e venata di sadica ribellione eppure, sotto il mantello della fantasia,  creatrice del mondo  fantastico ai miei piedi di azzurro fondale e svariati doni. (Arrivano sempre con i doni i  remagi, devi diffidarne non sono mai gratis è la scena).
 I luoghi della musica, claustrofobici, gettavo un occhio   dove eri seduto, no, non c’eri tu ma altro,  un altro assente presente, lontanamente vicino e  ancora silenziosamente rumoroso.
Potrebbero essere di nuovo qui  ma da luoghi   da dove nessuno  e’ ritornato,  così davanti  al teatroccupato in attesa, ho ripensato a te che quando mi aspettavi da qualche parte, ti trovavo sempre a leggere,  volevi fare la scrittrice da grande, ma hai solo scritto bellebrutte storie di film. Poi ti sei sceneggiata un altro finale di storia e io non ti aspettero’ piu, forse sì aspettiamo insieme in questo appello assente presente.

 

Perché quando vai via ritorni sempre qui e mi tocca farti compagnia con i ricordi e i pensieri   pacati e contrastanti.

 

E la cura   come palloncini per aria da far scoppiare o perdere in cielo.
La bellezza ritorna, … ?   ! % . 
non perderti lo spettacolo
Good luck

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: