vestito arlecchinato

Come se si suggerissero all’infinito tracce di diari di  altre adolescenze (mai) dimenticate. Tutti frammenti ad affetto domino. In una rete dove  i pescetti riluccicano di frasi colori poesie musiche e immagini e poi pensieri… non avrei previsto   tale  futuro,  dire  così i nostri  inizi e  fini ig.note. 

E del desiderio di condividere, di parlare a  voce alta a sé o a quegli  altri di cui non si sa bene che piume o squame posseggano.

Delle speranze o disperazioni, del capire che le parole non sono sempre disponibili a mostrarsi, comunque le tue tessere cadono  e il disegno si crea.

 

Delle volte, vorrei ingordamente fare miei i disegni e immagini che sono riflessi qui su questi specchi  liquidi, bulimia di bellezze. 

Non è la fine andiamo avanti…  nella nostre musiche inquiete: ultimamente  resistere  anche a spicchi scomposti.

Sì poi  la mazurka suonata per chi non è piu’ ma  è in energia diversa. E le piccole rivalse e i ‘no’ protettivi e farcela senza apnea, altri frammenti del vestito di arlecchino   un po’ come passiamo il tempo vivendolo, briciole da spartire,  nostre e  loro e vostre insieme, senza fine ( o un),  moltiplicare.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: