Alzati Bella

Serena in serenata

al sapore di erba appena tagliata

o marmellata di sambuco croccante

è tanto semplice che dal fango dove sciivoli

o ti addormenti o ti innamori

-L’odore della panetteria  turca,  nel sobborgo londinese, sotto alla casa colorata, con quella strana signora dalla  ‘esse’ sibilante  dagli amanti di varie età-

-La pace del verde di file di piccole statue di pietra placida giapponese-

-Le grandi rocce sulla spiaggia bretone se tu sei lillipuziano-

-La pecora della Cornovaglia che imita la tua voce-

Queste serene serenate di ricordo  non scordo leggerezza stupita.

Sono pietrine colorate di collane mie da indossare quando il cielo si illumina e so di aver visto le stelle, nonostante il buio di chi  vuole spegnere la notte.

 

E quotando la bella Nina di stasera, se non scegliete a voi  altri solo gli spicci.

(scegliere la bellezza delle pietrine dell’indigena che non scambia più specchietti)

 

 

Si nun te svegli tu viso mio adorno

L’aria apparisce sì ma nun fa giorno

S’hanno svegliati li vicini intorno

Lo troppo de dormì te porta danno

alzati Bella!

Annunci

One thought on “Alzati Bella

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: